Domande e Risposte

Domande e Risposte su Ministero della Salute vai

 

Domande e Risposte su RCovid19

 

FINO A QUANDO SONO VIGENTI LE LIMITAZIONI AI RIENTRI IN CALABRIA?

Le limitazioni hanno efficacia fino a tutto il 2 giugno 2020, salvo eventuali proroghe regionali o nazionali.

È OBBLIGATORIO INDOSSARE LA MASCHERINA?

L’uso delle mascherine o altra protezione a copertura di naso e bocca, è obbligatorio. Deve essere rispettato in tutti i luoghi chiusi frequentati da persone che non siano coabitanti e in tutte le altre circostanze in cui la distanza interpersonale di 1 metro non possa essere rispettata. È vietato l’assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

Possono essere utilizzate mascherine di comunità, ovvero mascherine monouso o mascherine lavabili, anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire una adeguata barriera e, al contempo, che garantiscano comfort e respirabilità, forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso. Sono esentati dall’obbligo di usare protezioni delle vie respiratorie, i bambini sotto i sei anni e i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina, ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti. (Ordinanza n°43 del 17 maggio 2020 punto 8).

È CONSENTITO IL RIENTRO IN REGIONE PER MOTIVI DI LAVORO CON CADENZA PERIODICA?

Sono consentiti gli ingressi in Regione Calabria per esigenze di lavoro (Ordinanza n. 43 del 17 maggio 2020, punto 3) nel rispetto della prescrizione che richiede la preventiva registrazione obbligatoria, almeno 48 h prima della partenza, sul portale www.rcovid19.it.
Qualora gli ingressi consentiti per esigenze di lavoro avvengano con cadenza periodica si dovrà procedere, ogni qual volta sia necessario lo spostamento consentito, ad una apposita registrazione sul sito dedicato.
Il rientro per ragioni lavorative, in ogni caso, non prevede l’effettuazione del periodo di quarantena (Ordinanza n. 43 del 17 maggio 2020, punto 5).

E’ POSSIBILE INTERROMPERE LA QUARANTENA SE L’ESITO DEL TAMPONE E’ RISULTATO NEGATIVO?

No, anche qualora l’esito del tampone risulti negativo non si interrompe automaticamente la quarantena di 14 giorni.

Spetta al Dipartimento di Prevenzione dell’ASP di competenza, con apposito provvedimento, la comunicazione dell’interruzione della quarantena.

È OBBLIGATORIO L’ISOLAMENTO DOMICILIARE (QUARANTENA PRECAUZIONALE) DOPO IL RIENTRO NELLA PROPRIA RESIDENZA, PROVENIENDO DA ALTRA REGIONE?

Secondo quanto previsto dall’Ordinanza del Presidente della Regione Calabria n. 43 del 17/05/2020 i rientri presso la propria residenza provenendo da altra regione, dovranno essere seguiti dalla quarantena domiciliare obbligatoria a scopo precauzionale (di 14 giorni), previa prescrizione del Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria Provinciale territorialmente competente – che disporrà la necessaria sorveglianza, con le modalità già fissate dalle Ordinanze regionali vigenti, dandone comunicazione al Sindaco per i propri provvedimenti. La quarantena non si applica ai rientri consentiti per motivi di salute, di lavoro e per le fattispecie già̀ esentate dalle Ordinanze regionali vigenti.

Sono tassativamente vietati gli spostamenti di soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5° C) e di quelli sottoposti alla misura della quarantena, ovvero risultati positivi al virus.

QUALI SONO GLI SPOSTAMENTI CONSENTITI PER ENTRARE IN REGIONE CALABRIA?

È possibile rientrare in Calabria provenendo da altre Regioni solo nelle seguenti eventualità:

  • rientro presso la propria residenza;
  • motivi di salute (e di assistenza a persone non autonome, ivi comprese quelle per le quali occorre prestare assistenza ai sensi della L. n. 104/92 e s.i.m., in quanto rientranti nei motivi di salute, nonché delle persone affette da disturbi dello spettro autistico e dei relativi accompagnatori);
  • comprovata esigenza di lavoro;
  • incarichi istituzionali, funzione pubblica o elettiva.

Secondo l’Ordinanza del Presidente della Regione Calabria n. 43 del 17/05/2020 è obbligatorio per i casi sopracitati manifestare la propria volontà a fare rientro, almeno 48 ore prima, attraverso il portale www.rcovid19.it, raggiungibile anche dalla pagina www.emergenzacovid.regione.calabria.it. Su quest’ultima è presente un menù “prenotazione rientri” dal quale sarà possibile compilare un apposito form. Al termine delle operazioni sarà rilasciato all’interessato un documento recante l’attestazione dell’avvenuta comunicazione, che dovrà essere esibita insieme all’autocertificazione. I dati inseriti saranno trasmessi – a cura della Regione Calabria – al Dipartimento di Prevenzione dell’ASP di competenza ed al Sindaco del Comune di residenza per gli accertamenti e per i propri adempimenti. Rimane pertanto esclusa la possibilità di fare rientro presso il proprio domicilio o abitazione.

COSA DEVO FARE PER RIENTRARE IN CALABRIA?

Per rientrare in Calabria è necessario preventivamente registrarsi tramite lo specifico form online che è disponibile su questo sito nella sezione ‘Prenotazioni Rientri’ e raggiungibile direttamente da qui.

 

COSA FACCIO SE DOVESSE CAMBIARE IL MIO ITINERARIO DI RIENTRO?

E’ necessario effettuare una nuova prenotazione di rientro, compilando il form online che è disponibile su questo sito nella sezione ‘Prenotazioni Rientri’ e raggiungibile direttamente da qui.

 

Fai una domanda

 

torna all'inizio del contenuto

Utilità

torna all'inizio del contenuto